Crociere, cosa fare se si perde la nave? Cosa succede, consigli utili

Crociere, cosa fare se si perde la nave? Cosa succede, consigli utili

314
Crociera perdere la nave

E se vi incantaste ad osservare un panorama o un museo e dimenticaste di controllare l’orologio, perdendo così la nave da crociera e di conseguenza la possibilità di continuare la vostra vacanza da sogno? Non mentite a voi stessi, siamo sicuri che almeno una volta abbiate pensato a questa terribile evenienza. Si tratta di una possibilità concreta che capita spesso, con le compagnie da crociera che ogni giorno “perdono” alcuni passeggeri che rimangono a terra per i più svariati motivi. E se capitasse un giorno anche a voi? Ovviamente non ci auguriamo che succeda questo ma è utile sapersela cavare anche in questo tipo di situazioni. Per questo vogliamo darvi alcuni consigli utili su cosa fare se si perde la nave quando si è in crociera.

Potrebbe interessarti anche: Crociere ai Caraibi Royal Caribbean, itinerari e destinazioni

Il primo consigli utile è quello di mantenere la calma e ragionare in modo razionale. Non sarete i primi e nemmeno gli ultimi a trovarvi in quel tipo di situazione e proprio per questo le compagnie hanno pensato già a questo tipo di evenienze: la prima cosa da fare è recarsi al terminal crociere e cercare di mettersi in contatto con l’addetto specializzato per questo tipo di emergenze. Solitamente, dopo che a bordo si sono accorti della vostra assenza, il personale di bordo ha proceduto ad effettuare alcune operazioni standard tra le quali anche il controllo della vostra cabina e di eventuali documenti lasciati a bordo. Prima di salpare questi sono stati lasciati a terra all’addetto, in modo che vi possano essere consegnati per consentirvi di viaggiare verso la prossima tappa della nave e risalire così a bordo.

Per evitare che questa situazione si verifichi però, è sempre bene tenere in considerazione tutte le scadenze orarie di bordo, tenendo bene a mente la partenza della nave e mettendo in conto eventuali imprevisti: qualsiasi inconveniente che possa rallentarvi, finirà per dilatare i tempi di arrivo al molo aumentando il rischio di perdere la nave. Il consiglio è quello di recarsi al punto d’imbarco con largo anticipo e magari di sfruttare le escursioni organizzate dalla compagnia, in modo da essere sicuri di rispettare esattamente tutte le scadenze.

E’ bene dunque calcolare ogni tipo di situazione e tenere ben presente quello che potrebbe succedere. Per questo è fondamentale avere sempre con sé passaporto e carta di credito: nel caso in cui si finisse per perdere la nave, sareste in grado di viaggiare al di fuori del paese in cui vi trovate e sopratutto pagare le spese per eventuali spostamenti o pernottamenti. Perdere la nave è un’inconveniente non da poco ma non è la fine del mondo.

Commenta

commenti

LASCIA UN COMMENTO