Crociera nelle isole greche, cosa visitare nello scalo di Santorini

Crociera nelle isole greche, cosa visitare nello scalo di Santorini

472
Crociere isole greche Santorini

Uno degli itinerari più gettonati per una crociera nel Mediterraneo è senza dubbio quello che fa scalo nelle isole greche; questi autentici gioielli ricchi di paesaggi mozzafiato e di storia sono una sorta di must per chi ama i viaggi per mare o anche per chi è alla prima esperienza.

Tra le isole greche, spicca Santorini, perla delle Cicladi che è entrata nell’immaginario collettivo per le sue case bianche con i tetti blu che si stagliano al tramonto o nelle tante foto e cartoline che si vedono ovunque. Ma cosa si può visitare nello scalo di Santorini se state facendo una crociera nelle isole greche?

Ecco alcuni dei luoghi più significativi che si possono visitare a Santorini, dalle spiagge con il mare cristallino ai siti archeologici; alcune indicazioni su cosa vedere quando la vostra nave da crociera fare scalo in questo gioiello del Mediterraneo.

Potrebbe interessarti anche: DOVE ANDARE IN CROCIERA AD APRILE 2017

Appena sbarcati, vi consigliamo di partire dalla capitale Fira, una cittadina ricca di vita con le tipiche casette bianche tutte costruite sulla scogliera; è il centro della vita dell’isola, con ristoranti, negozi e tanti turisti.

Spostandovi a piedi da Fira potrete raggiungere il villaggio di Imerovigli, situato sul posto più alto della caldera; vicino al capoluogo dell’isola c’è anche il piccolo centro di Firostefani, ricco di hotel di lusso e resort.

Tra i piccoli centri abitati spicca anche Oia, famosa per i suoi tramonti mozzafiato e per i suoi caratteristici mulini a vento; da qui potrete avere una vista mozzafiato sull’isola.

Per quanto riguarda le spiagge e le località balneari, Kamari e Perissa sono i due luoghi ideali per chi è alla ricerca di acque cristalline e relax; nonostante la mole di turisti, si tratta di spiagge che non soffrono di sovraffollamento. Le più famose spiagge dell’isola però sono la Red Beach e la White Beach; la prima prende il nome dalla scogliera color ruggine che la sovrasta.

Passando invece alle mete storico-archeologiche di Santorini, una sosta è doverosa negli scavi di Akrotiri dove potrete osservare i resti di un villaggio in buono stato di conservazione, seppellito nell’antichità sotto diversi strati di lava.

Infine Pyrgos, il punto più alto dell’isola dove si trovava l’antica capitale; qui si erge il monastero del Profeta Elia e una volta arrivati in cima potrete avere una vista totale sul Mar Egeo e su tutta l’isola di Santorini.

Ultimi consigli: se non partecipate alle visite organizzate, vi consigliamo di noleggiare uno scooter, mezzo comodo che vi permetterà di muovervi bene per le piccole strade di Santorini.

Commenta

commenti

LASCIA UN COMMENTO